Castelfiorentino

La Trottola: Un nuovo pulmino per le commissioni a Castelfiorentino

Un nuovo servizio gratuito per il trasporto urbano nel capoluogo di Castelfiorentino, da Dogana ai luoghi di tutti i giorni dove svolgere le commissioni. Il servizio sarà aperto a tutti i cittadini da giovedì 2 novembre, in particolare coloro che sono sprovvisti di mezzi propri o che magari hanno difficoltà motorie (persone anziane, badanti, ecc…). Collegamenti tre giorni a settimana, con 4 corse giornaliere per le 12 fermate stabilite, tra cui il municipio, le Poste, la stazione ferroviaria, la zona sportiva, la casa della salute e i medici di famiglia, i luoghi principali dove poter fare acquisti. Il servizio, reso possibile grazie ad un pulmino nuovo di zecca donato da Unicoop Firenze e Fondazione SeSa (un Fiat Ducato da 9 posti costato circa 38mila euro, attrezzato con pedana per il trasporto anche di persone con carrozzina), sarà gestito dalle Pubbliche assistenze Riunite di Empoli e Castelfiorentino grazie al progetto “La Trottola”. L’attivazione per tre giorni a settimana: il martedì, il giovedì e il venerdì. Il nuovo servizio di trasporto urbano e le finalità sociali dell’iniziativa sono state illustrate questa mattina dal sindaco, Alessio Falorni, dall’assessore ai Trasporti e Mobilità, Francesca Giannì, e da Eleonora Gallerini, presidente delle Pubbliche assistenze riunite di Empoli e Castelfiorentino. Intervenuti Luciano Rossetti, direttore soci Unicoop Firenze, e Carlo Vezzosi, presidente della sezione soci Coop Castelfiorentino. IL TRAGITTO E LE CORSE Il pulmino partirà di primo mattino dalla frazione di Dogana, nei giorni suddetti, alle ore 8.45, e si dirigerà in via Leonardo Da Vinci (supermercato Coop), con arrivo intorno alle ore 9.00. Da qui seguirà un percorso urbano (4 corse giornaliere, una ogni trenta minuti, con la prima partenza alle ore 9.10, la seconda alle 9.40, la terza alle 10.10, la quarta alle 10.40) con dodici fermate, disseminate sia nella parte bassa del capoluogo che in quella alta: piazza del Popolo (Municipio), Piazza Cherubini, via Sant’Antonio, Piazza Grandi, via Duca D’Aosta, viale Roosevelt (palazzetto dello Sport), via XXV Aprile (Sportlandia), viale Potente, via Battisti (Casa della Salute), Via Ridolfi (stazione ferroviaria), Piazza Berlinguer (Poste), di nuovo via Leonardo Da Vinci (supermercato Coop), da dove ripartirà la seconda corsa. L’ultima corsa (partenza da via Leonardo Da Vinci alle 10.40) avrà come ultima fermata la frazione di Dogana. Pur attenendosi a questo itinerario, il servizio sarà comunque gestito con alcuni margini di flessibilità, in modo da venire incontro alle esigenze degli utenti. LE DICHIARAZIONI “Questo servizio di trasporto urbano – osserva il sindaco Alessio Falorni – sarà completamente gratuito, e questo già ci dice molto sulla volontà di agevolare al massimo la mobilità all’interno del nostro territorio, con benefici evidenti per le fasce più deboli della popolazione, abbinando più commissioni in una stessa mattinata. Si tratta di un’esigenza diffusa, molto più di quanto si creda, e che interessa varie categorie di cittadini, fra le quali le stesse badanti, le quali non solo svolgono un ruolo prezioso di assistenza ma sopperiscono a tutta un’ampia gamma di incombenze familiari. Il nostro ringraziamento va pertanto a Unicoop Firenze (compresa la sezione soci di Castelfiorentino) e alla Fondazione SeSa, che hanno donato il pulmino, e alle Pubbliche Assistenze per l’impegno assunto di gestire il servizio. Da parte nostra, garantiremo tutto il nostro sostegno per promuoverlo tra la popolazione, perché si tratta davvero di un servizio di pubblica utilità e di forte rilevanza sociale.” L’assessore Giannì ha aggiunto: “In momenti di fragilità dobbiamo sapere che a nostro sostegno non ci sono solo le famiglie ma anche le istituzioni, con servizi come questo. Vorrei sensibilizzare la cittadinanza su tutte queste tematiche”. “Abbiamo aderito volentieri a questo progetto – sottolinea Eleonora Gallerini, presidente delle Pubbliche Assistenze Riunite di Empoli e Castelfiorentino – perchè permette di aumentare l’autonomia di molte persone e di creare momenti d’incontro e di aggregazione. Questo ci permette inoltre di stare più vicini ai cittadini e di capire quali sono i bisogni del momento e del territorio in modo  tale da poter essere sempre a disposizione. Ringraziamo Unicoop Firenze e la sezione soci Coop di Castelfiorentino, la Fondazione SeSa ed il Comune di Castelfiorentino per aver dato una grande spinta e sostegno a questo progetto.” “Abbiamo raccolto volentieri – osserva Luciano Rossetti, direttore soci Unicoop Firenze – l’invito dell’Amministrazione Comunale volto a risolvere i problemi della mobilità in questa comunità, soprattutto per le fasce più deboli come gli anziani e i disabili. La nostra cooperativa ha contribuito con una donazione, un particolare ringraziamento alla sezione soci di Castelfiorentino che ha creduto fortemente in questo progetto. Se smettiamo di pensare al nostro orticello, possiamo fare grandi cose. È servito un anno per questo progetto, ma dobbiamo pensare che è un tempo molto rapido”. Allo scopo di agevolare l’utilizzo di questo servizio, sarà realizzata nei prossimi giorni una mappa (a cura dell’Ufficio Comunicazione del Comune) dove saranno indicati il percorso, gli orari e tutte le fermate.