gruppo-donne

LA FESTA DELLA DONNA DI LILITH

gruppo-donne

L’8 Marzo, ogni anno, si celebra la Festa della Donna. Un evento importante per ribadire ancora una volta le problematiche e le disparità tra sessi che ancora esistono nella nostra società, che a volte culminano anche in gravissimi episodi di violenza di genere e femminicidi.

È anche vero, però, che la Festa della Donna non può essere solo l’8 Marzo. Ogni giorno, infatti, leggiamo di notizie e casi di cronaca riguardanti violenze e fatti gravissimi occorsi a donne per mano, in molti casi, di persone a loro vicine.

Uno specchio di questa situazione è rappresentato dai dati 2018 del Centro Aiuto Donna Lilith che, mai come questo giorno, occorre far conoscere a tutti.

Nell’anno trascorso, sono stati 215 i contatti con donne che si sono rivolte ad uno degli sportelli Lilith sul territorio e 89 le prese in carico. 778 i colloqui di assistenza psicologica, 61 di consulenza legale, 55 di orientamento al lavoro.

28 donne e 30 minori sono state accolte nelle case rifugio. 6 donne e 9 minori sono stati invece accolti nelle case di seconda accoglienza. 594 le ore di supporto a minori vittime di violenza assistita.

Importanti anche i progetti di prevenzione, altro campo sul quale c’è ancora tanto da fare. Nel 2018, il Centro Lilith ha implementato 4 progetti sul bullismo e sulla violenza di genere. “Sos relazioni”, nel comune di Empoli, con il coinvolgimento di 160 ragazzi delle scuole medie e 140 delle elementari. “Io non bullo”, con 130 ragazzi delle scuole medie di certaldo. “Luci ed ombre” a Fucecchio, con 25 ragazzi delle medie e 50 delle superiori. “Rosa blu” a Castelfiorentino, con 170 ragazzi delle superiori di Castelfiorentino.

L’8 Marzo, inoltre, è una data importante anche perché Binario Donna, il nuovo sportello di assistenza aperto alla Stazione di Castelfiorentino a servizio delle donne vittime di violenza, compie un anno.

Numeri che fanno riflettere su quanto la violenza di genere rappresenti ancora una piaga enorme, anche sul nostro territorio” è il commento della presidente delle Pubbliche Assistenze Riunite di Empoli Eleonora Gallerini. “Noi del Centro Lilith continueremo a lavorare ogni giorno sulla prevenzione e sull’educazione e aiutando tutte le donne vittime di violenza. Il 2019 sarà un anno importante per noi, con l’apertura di Casa Matilda, a Empoli, una nuova casa di seconda accoglienza, che vedrà la luce entro il mese di Maggio. Perché per noi l’8 Marzo è tutti i giorni”.