Per il Centro Donna Lilith grande partecipazione a dibattito e cena di solidarietà

Grande successo per l’iniziativa di raccolta fondi a favore del Centro Aiuto Donna Lilith, tradizionale appuntamento della kermesse Pubblicamente Insieme: decine di cittadini hanno raccolto l’invito delle Pubbliche Assistenze a partecipare al dibattito “I figli della violenza” e oltre 250 erano presenti alla cena di solidarietà a Serravalle negli spazi di Pubblicamente Insieme. Tra i presenti all’iniziativa ‘Empoli s’incontra’ anche il sindaco di Empoli Brenda Barnini con l’assessore Arianna Poggi, il presidente del consiglio regionale Enrico Giani, il consigliere regionale Enrico Sostegni e il proposto di Empoli don Guido Engels. Alla serata ha partecipato anche la società dell’Empoli Fc consegnando alla presidente Eleonora Gallerini una donazione a favore del Centro. La violenza assistita L’incontro è stato preceduto da un approfondimento sul tema tenuto da Federica Pierini e Chiara Guidi, psicoterapeute per l’infanzia e l’adolescenza del Centro Aiuto Donna Lilith. “La violenza assistita porta il minore a crescere più in fretta sviluppando un comportamento di accudimento verso la vittima – hanno spiegato – Si arriva anche all’identificazione con l’aggressore, si sviluppa l’incapacità di provare fiducia per l’ambiente esterno. Ancora: alimentazione e sonno possono subire alterazioni, come anche non mancano le conseguenze per la compromissione delle funzioni cognitive. Infine, ci sono le conseguenze psicopatologiche: disturbi dell’umore, ansia, bullismo fino alle condotte devianti“. Gli interventi  “Abbiamo fortemente voluto questa iniziativa – ha detto il presidente delle Pubbliche Assistenze Eleonora Gallerini – Il tema della violenza indiretta sui figli rimane spesso ai margini del dibattito sulla violenza assistita, mentre deve avere la stessa centralità per poter discutere e condividere le problematiche dei figli della violenza”. Al tavolo del dibattito hanno preso parte numerose associazioni locali e regionali. In particolare, sono intervenute al confronto Francesca Menconi, presidente del Centro CIF di Carrara, e Maria Giovanna Ulivieri Papucci, presidente di Ippogrifo Livorno. Due realtà radicate nel territorio toscano che insieme a Lilith e alle Sabine di Montignoso costituiscono dallo scorso marzo “Ginestra”, la federazione nata per unire le forze a livello regionale. Il sindaco Brenda Barnini ha partecipato alla cena solidale, prendendo parola in un lungo e sentito intervento. “È necessario promuovere un cambiamento di tipo culturale partendo dalle scuole ed è in questo senso che l’amministrazione comunale si muove nel territorio per sensibilizzare e formare contro la violenza“. Proprio quest’anno, Pubbliche Assistenze e Comune di Empoli hanno dato vita al progetto ‘Sos Relazioni‘, che ha promosso un ciclo di incontri nelle scuole a tu per tu con le psicologhe dell’associazione in un percorso che ha affrontato le varie e diverse facce della violenza. Tra le voci del dibattito promosso dalle Pubbliche Assistenze, è intervenuta con coraggio e generosità quella di Tiziana, vittima di violenza per dieci anni. “Ho rischiato la mia vita 3 o 4 volte, sono stata picchiata per dieci anni e ho due bambini – ha esordito la donna, che da cinque anni è seguita in un percorso assistito – Una volta recuperata la serenità ho capito che farsi aiutare è fondamentale. Io non volevo essere aiutata: ne ho pagato le conseguenze io e soprattutto i miei figli”. Il ringraziamento L’appuntamento della cena a favore di Lilith nasce con l’obiettivo primario di potenziare la rete associativa arricchendo l’azione locale di nuove e preziose energie, come quelle delle associazioni che hanno raccolto l’invito di martedì, così da promuovere una sensibilizzazione capillare e sempre più efficace. D’altronde, è questo lo spirito che da sempre contraddistingue l’azione delle Pubbliche Assistenze, in tutti i campi di intervento e azione per il territorio. “Contro la violenza, ce la facciamo se siamo uniti  – commenta Gallerini – Per questo la presenza delle associazioni alla cena di martedì è stata importantissima: a tutte, una per una, va il mio più sentito ringraziamento”.


Leggi questo articolo su: http://www.gonews.it/2016/07/18/centro-donna-lilith-grande-partecipazione-dibattito-cena-solidarieta/
Copyright © gonews.it