Intervista ad Emma Stefanelli, volontaria delle Pubbliche Assistenze Riunite

-Emma, da quanto tempo sei volontaria?

Dal 2008. Decisi di cominciare questo percorso in un periodo un po’ particolare per la mia vita, su consiglio di una amica. Inizialmente mi occupavo di solidarietà internazionale, con i due progetti dell’associazione che riguardano i bambini della Bielorussia. Poi ho conosciuto tutte le sfaccettature di questa realtà e, a poco a poco, ho iniziato ad occuparmi un po’ di tutto.

-Quali sono le tue mansioni principali?
Sono consigliera, coordino il gruppo dei donatori di sangue e sono formatrice di associazione. Naturalmente poi, come ho detto poco fa, faccio un po’ di tutto, perché una cosa positiva di questa associazione, è che c’è davvero qualcosa da fare per tutti, basta avere voglia di fare e un po’ di umanità.

-Qualche cenno sul gruppo donatori dell’associazione?
Di donatori attivi ne abbiamo più di 200 all’anno, poi ci sono quelli saltuari. Stiamo comunque cercando di ampliare il nostro gruppo, invogliando prima di tutto i nostri volontari a diventare donatori. il bisogno di sangue è costante e non va mai in vacanza. Invitiamo chiunque voglia a contattarci allo 05719806, per informazioni e prenotazioni.

-Che cosa pensi ti abbia dato questa esperienza di volontariato?
Tantissimo. Io sono impegnata qui quasi ogni giorno e penso di essere cresciuta molto in questi anni, soprattutto nelle relazioni con gli altri, ma anche nella conoscenza della mia città. Ma questa cosa non riguarda solo me. Tutti quelli che sono passati di qui, in qualche modo, hanno conosciuto un percorso di crescita, che li ha resi persone migliori.