Nuovamente vandalizzato il drive through delle Pubbliche Assistenze zona Empolese

Questa mattina i volontari delle Pubbliche Assistenze di zona Empolese hanno ricevuto, per l’ennesima volta, un’amara sorpresa. Il drive through gestito da Anpas in via San Mamante a Empoli è stato nuovamente oggetto di vandalismo da parte di ignoti. Non è la prima volta che capita, poiché già ad agosto i gazebo del punto tamponi furono imbrattati da scritte spray riconducibili all’area “no vax e no Green pass”, dichiaratamente contrarie ai mezzi per contenere la pandemia da Covid-19.

Stamani i volontari, arrivati come ogni giorno sul posto per prestare servizio alla comunità, si sono trovati davanti una scena diversa. I teli dei gazebo erano completamente squarciati, così come la cartellonistica. Il nuovo attacco è stato messo a segno tra l’altro, pochissimi giorni dopo allo spostamento e al rinnovo del punto tamponi nell’area del parcheggio. Una riorganizzazione decisa dalle Anpas di zona per cercare di contenere il traffico e le auto in coda quotidianamente per i test.

Ad agosto le Pubbliche Assistenze empolesi si sono rimboccate le maniche, pulendo e risistemando il drive. Oggi, 7 gennaio 2022, un nuovo attacco ad un servizio che ricordiamo essere fondamentale a tutta la cittadinanza, per il quale sanitari e associazioni di volontariato si trovano impegnati da quasi due anni. Anche questa volta, in mezzo ad una nuova ondata di casi Covid che sta coinvolgendo tutta la Regione, il punto tamponi sarà rimesso apposto. Al contrario, gesti come questo, lasciano una delusione che diversamente da graffiti o tagli, non può essere cancellata né ricomposta.

“Nonostante il nostro impegno, ci ritroviamo ancora a dover fare i conti con questi eventi” dichiara Mariano Falcini, coordinatore delle Pubbliche Assistenze di zona Empolese. “Non vogliamo entrare nel merito delle convinzioni di ognuno, ma sosteniamo con forza la vaccinazione perché è l’unico rimedio per tenere a freno l’epidemia. Come già avvenuto per altri atti vandalici ci riserviamo di dichiararci parte civile – conclude Falcini – una risposta necessaria nei confronti di chi fa danni del genere a strutture che, effettuando tamponi, rappresentano un servizio per tutta la cittadinanza”.

Si ricorda infine che danneggiamenti alle strutture dedicate al contrasto della pandemia, come drive through e Hub vaccinali, si sono registrati più volte nell’Empolese Valdelsa nell’ultimo anno. Oltre agli episodi nel drive through di via San Mamante, anche il punto tamponi di Castelfiorentino e l’Hub di Certaldo a cavallo tra agosto e settembre 2021 hanno subito vandalismo, comprese altre strutture del territorio sempre gestite da associazioni di volontariato.