Cena a Pontorme devoluta alle Pubbliche Assistenze di Empoli: “Borgo virtuoso, grazie”

La tradizionale cena 2022 dell’associazione Borgo Pontormese in favore del progetto “Liber@mente Connessi” contro il bullismo: i ringraziamenti


Grande festa lunedì sera, 5 settembre, per la tradizionale cena a Pontorme. Organizzata dall’associazione Borgo Pontormese, l’appuntamento è tornato dopo le interruzioni causa pandemia. Una 13esima edizione molto partecipata in tutto il calendario di Pontorme in Festa, che nel fine settimana appena trascorso ha visto la presenza di istituzioni, associazioni del territorio, molti cittadini e del Becco, volato come narra l’antica tradizione popolare pontormese e contornato da sfilata storica e sbandieratori.

Il ricavato della cena 2022 di Pontorme andrà in favore delle Pubbliche Assistenze Riunite di Empoli, a sostegno del progetto contro il bullismo “Liber@mente Connessi”, che vede impegnate le professioniste del Centro Aiuto Donna Lilith nelle scuole del territorio ma anche in strada, grazie allo sportello mobile presente anche alla serata del 5 settembre. Una tradizione, quella della beneficenza, nel dna dell’associazione di Pontorme, poiché ogni anno dedica il ricavato ad una realtà del territorio.

Due giorni di spettacoli, divertimento ma anche attenzione al mondo del volontariato, a cui Borgo Pontormese ha consegnato riconoscimenti per l’impegno rivolto alla comunità durante la pandemia. A ricevere la targa anche le Pubbliche Assistenze Riunite di Empoli e Castelfiorentino, nelle mani della presidente Eleonora Gallerini che dichiara: “Il borgo di Pontorme è una realtà virtuosa e solidale, fatta di cittadini uniti e attivi. Un esempio di come insieme si possa realizzare cose importanti ed esserci per gli altri. A loro rivolgiamo i nostri ringraziamenti, per il riconoscimento rivolto a volontari e operatori e per aver dedicato la tradizionale cena annuale al progetto portato avanti dal nostro centro antiviolenza Lilith, che mira a raggiungere ragazze, ragazzi e famiglie per arginare la piaga di bullismo e cyberbullismo, fenomeni che purtroppo spesso minano la serenità di molti giovani”.

Un grande successo, in termini di partecipazione, per Pontorme in Festa e alla cena. Nelle tante tavole apparecchiate sotto le stelle si sono riuniti centinaia di cittadini, associazioni, insieme a istituzioni del territorio e regionali. Soddisfatto Paolo Laschetti, presidente di Borgo Pontormese: “È andata benissimo, a cena erano presenti 400 persone. Siamo stati anche onorati della visita del presidente della Regione Eugenio Giani. È stata una bella edizione”.